Muore Michael Clarke Dunkan, il gigante de Il Miglio verde

michael clarke dunkanChi non ricorda il gigante de Il Miglio Verde? Colui che venne condannato ingiustamente alla sedia elettrica perché sospettato di aver ucciso due bambine?

Michael Clarke Dunkan, 54 anni, si è spento nella notte tra lunedì e martedì in un ospedale di Los Angeles. Già il 13 luglio scorso era stato colpito da un attacco cardiaco e da allora non si era più ripreso. La notizia del decesso è stata data dalla moglie dell’attore Omarosa Manigault, che ha spiegato che le condizioni di salute del compagno erano gradualmente peggiorate, nonostante il 9 Agosto fosse uscito dalla terapia intensiva.

Prima di diventare famoso a Hollywood Michael Clarke Dunkan era stato la guardia del corpo di Will Smith. Successivamente si diede al cinema e per la sua interpretazione di John Coffey nel film di Tom Hanks –fu nominato agli Oscar come miglior attore non protagonista. Negli anni seguenti recitò in altri film di successo come Sin City, The Island e il remake del Pianeta delle scimmie. Diede anche la voce al Comandante Vachir nella serie a cartoni animati Kung Fu Panda. Lo ritroviamo anche in Armageddon, in cui interpreta Jayotis “Bear” Kurleenbear, uno dei sopravvissuti dell’Indipendence che precipita sull’asteroide; in Daredevil, con la regia di Mark Steven Johnson, in cui presta volto e corpo al personaggio di Wilson Fisk/Kingpin che, contrariamente al fumetto, è di colore. Nonostante la filmografia di tutto rispetto, il nome di Michael Clarke Dunkan viene associato al film Il miglio verde del 1999, con la regia di Tom Hanks e tratto da un libro di Steven King. La potenza e la forza espressiva che caratterizzano l’attore sono memorabili e Dunkan riesce a trasmettere tutto il dolore e la drammaticità degli aventi.

Lascia un commento