Come utilizzare scale e trabattelli correttamente nei lavori di fai da te

 

Scalette in alluminio e trabattelli: come utilizzarli in sicurezza

Come utilizzare scale e trabattelli in sicurezza

Scale e trabattelli sono strumenti fondamentali per chiunque abbia bisogno di effettuare lavori di manutenzione o tinteggiature in casa o in ufficio, sia che si tratti di lavori professionali che per il fai da te. Sia i trabattelli che le scale infatti sono elementi maneggevoli, semplici da utilizzare, non richiedono conoscenze professionali e consentono di avere risultati ottimali.

Se per le scalette in alluminio non c’è bisogno di troppe presentazioni – è davvero raro trovare qualcuno che non abbia una scala a libretto o una scala telescopica in alluminio a casa! – magari non tutti sanno cosa sono e come si usano i trabattelli.

Che cosa sono i trabattelli mobili

Questo genere di attrezzature non sono veri e propri ponteggi, ma vengono utilizzate in maniera simile: generalmente sono costituite da pianali multifunzione in legno che possono essere posizionati ad altezze diverse su una struttura tubulare in alluminio o acciaio; tale struttura è spesso rinforzata e presenta due ruote per essere trasportata facilmente.
La struttura tubulare è costituita da parapetti e tiranti, e per garantire una maggiore trasportabilità e praticità, i trabattelli presentano spesso degli innesti veloci che permettono di montare la struttura velocemente, e altrettanto velocemente di smontarla e spostarla.

Trabattelli: norme per l’utilizzo in sicurezza

Sia che si utilizzi per ragioni private che, a maggior ragione, in ambito professionale, l’utilizzo dei trabattelli è soggetto al rispetto di norme precise che ne garantiscono la sicurezza.
Per effettuare opere di tinteggio di pareti interne ed esterne, sostituzioni di grondaie, riparazioni su facciate e pareti verticali di vario genere o per qualsiasi altra necessità che richiederebbe l’utilizzo di un ponteggio, il trabattello è la soluzione ottimale; rispetto alle scale in alluminio, infatti, permette una maggiore mobilità orizzontale, e quindi è molto più adatto della scaletta a lavori che devono estendersi su tutta la lunghezza di una parete.

Come dicevamo, è importante fare attenzione alle norme che regolano l’utilizzo e la sicurezza dei trabattelli, anche se si utilizzano privatamente per sessioni di fai da te casalingo. Innanzi tutto bisogna fare attenzione alla portata garantita (che non è altro che il massimo peso sopportato dall’attrezzo) e alla conformità al D.Lgs. 81/08.
Consideriamo poi il piano del tabattello: qui infatti dobbiamo avere una targhetta installata dal produttore che riporta i dati del costruttore, il modello e la matricola del trabattello, la sua altezza massima, la portata massima, la portata del piano di lavoro, il numero delle persone ammesse per piano di lavoro.

Anche se il sistema di fissaggio sembra eccellente, è sempre bene poi fare attenzione alle varie parti che compongono il trabattello al momento dell’assemblaggio: generalmente, infatti, c’è una routine da seguire anche per il montaggio stesso.

Come montare i trabattelli mobili

Le operazioni che devono susseguirsi devono procedere in questo senso: prima di tutto vanno bloccate le ruote e approntati gli stabilizzatori; a questo punto, gli elementi verticali che costituiscono il trabattello (che viene chiamato anche torre mobile) vanno fissati con perni, farfalle o sistemi appositi (per garantire una maggiore stabilità, alcuni produttori creano e brevettano dei sistemi di fissaggio migliori di quelli tradizionali) e in seguito vanno montati anche gli angoli, le traverse stabilizzatrici, i parapetti e i tiranti.

A questo punto le torri mobili sono pronte per essere utilizzate. Prima di iniziare ad usarle, però, è bene verificare che tutti gli elementi siano perpendicolari fra di loro (altrimenti c’è la possibilità che non sia stato tutto assemblato a dovere e si rischia in stabilità): per questo basta una livella per i piani orizzontali e un fio a piombo per il resto.
Per evitare problemi di natura tecnica e per agevolare il lavoro potreste dotarvi di trabattelli che prevedono l’installazione di carrucole per lo spostamento dei materiali da lavoro; allo stesso tempo ricordate di porvi lontani dai fili dell’alta tensione e affini e cercate di poter lavorare sempre insieme a qualcuno che possa assistervi per tutelarvi contro qualsiasi evenienza.
Le ultime raccomandazioni, ovviamente, valgono per scale e trabattelli, non solo per l’ultima categoria.

Le scalette in alluminio: la sicurezza prima di tutto

Le scalette in alluminio sono molto diffuse, ma non tutti sanno quali sono gli elementi che devono essere presi in consideraizone affinché utilizzarle risulti sicuro. Prima di tutto, scegliete un terreno pianeggiante, se possibile, sia per le scale telescopiche che per le scale a libretto. Uno degli aspetti fondamentali da verificare per la sicurezza di questi generi di scale è la presenza di piedini con rinforzi in plastica o, meglio, in gomma: devono essere integri e ben messi per garantire un’aderenza ottimale al terreno e quindi per garantire che non scivolino.

Allo stesso tempo, se avete avuto l’accortezza di scegliere una scala che sia mista alluminio-acciaio, avrete un prodotto più resistente a carichi e torsioni. Fate attenzione anche ai profili di montanti e gradini, che devono essere smussati per evitare ferimenti, mentre la parte piatta del gradino deve presentare dei piccoli rilievi per permettere una migliore aderenza della scarpa.

Se esistono ganci di sicurezza, ricordatevi sempre di stringerli, così come dovete ricordarvi di regolare bene l’apertura delle scale a libretto, per evitare che si apra di qualche centimetro improvvisamente mentre siete sopra, rischiando di farvi perdere l’equilibrio.

Detto questo, ecco le nostre raccomandazioni per un utilizzo in sicurezza di scale e trabattelli.

Lascia un commento