Corsi per la sicurezza sul lavoro: cosa sono?

Parlare di sicurezza sul posto di lavoro significa riferirsi a tutti quegli accorgimenti e ai quei comportamenti necessari per evitare rischi e pericoli per se stessi e gli altri nello svolgimento delle proprie mansioni: non si parla, però, solo di incidenti dalle conseguenze evidenti, ma anche delle così dette “malattie professionali”, come, per esempio, sindromi del tunnel carpale, dermatiti o malattie muscolo – scheletriche, il cui manifestarsi può essere più lento e meno visibile, seppur ugualmente pericoloso.

La corretta formazione di lavoratori e dirigenti è, quindi, sempre necessaria: la creazione di un ambiente sicuro, in cui svolgere i propri compiti in assoluta serenità, dipende, infatti, da tutto l’organico e deriva dall’attenzione e dalla collaborazione di ogni settore o ufficio, senza alcuna esclusione.

Questo tipo di preparazione può essere ottenuta grazie ai numerosi corsi per la sicurezza sul lavoro organizzati da diversi enti e scuole in tutta Italia: le ore di lezione, sempre seguite da un test di accertamento finale e, in alcuni casi, da un attestato di qualifica, sono dedicate a diversi argomenti, fra cui le caratteristiche e la protezione da emissioni di varia natura, la prevenzione dagli incendi, il primo soccorso, l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale (o DPI), lo spostamento dei carichi sia manuale che con l’utilizzo di mezzi di trasporto, la movimentazione di carrelli elevatori e piattaforme, i rumori, le vibrazioni ed i gas presenti in azienda.

Molto importanti sono, poi, i percorsi di formazione dedicati a specifiche figure, come RSPP e ASPP, rispettivamente Responsabile e Addetto del Servizio di Prevenzione e Protezione: entrambi gli incarichi sono disciplinati dal D. Lgs. 81/2008 e sono dedicati alla coordinazione di tutte le manovre e le azioni necessarie a mantenere sempre la massima sicurezza. Gli altri elementi coinvolti nella gestione di protezione e prevenzione sono il datore di lavoro, il preposto, il dirigente, il medico competente, il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (o RLS) ed il singolo lavoratore.

I corsi per la sicurezza sul lavoro possono svolgersi all’interno delle varie organizzazioni specializzate nell’argomento oppure direttamente in azienda, utilizzando i macchinari e le risorse già disponibili: in alcuni casi, in base alla tematica affrontata, questi percorsi possono alternare una parte teorica ed una pratica, fondamentale per comprendere in prima persona quali siano i comportamenti da evitare e quali, invece, quelli da tenere o migliorare. Ciò che deve restare costante, indipendentemente dal tipo di formazione, è l’impegno di tutti i partecipanti: la sicurezza dipende da tutti e deve essere garantita sempre nel migliore dei modi!

Lascia un commento