Tipi di ceretta: scopri i nostri 3 consigli esclusivi

Per le donne il problema dei peli superflui spesso è un vero e proprio dilemma, giornate perse dall’estetista, ed anche economicamente non sempre è possibile sostenere la spesa.

Ma se seguite attentamente le indicazioni sul sito DonnaFemminile.it troverete sicuramente la giusta soluzione.

La ceretta fai da te con ingredienti naturali

Viene chiamata ceretta araba, anche se non è la ricetta originale delle donne arabe, o dello zucchero, necessita di davvero pochissimi ingredienti, semplice da fare e soprattutto non si devono utilizzare delle strisce per estirpare i peli.

In un pentolino si deve mettere 200 g di zucchero, 50 g di succo di limone, 50 g di acqua, mescolare attentamente e far bollire a fuoco lento per circa 30 minuti, mescolando e facendo molta attenzione che il liquido non diventi troppo scuro, alla fine si deve avere un composto ambrato. Mettere in un barattolo a raffreddare completamente, avremo così una pasta malleabile che si deve stendere lungo il verso dei peli, e poi si deve strappare.

Un ulteriore lato positivo di questo tipo di ceretta è sicuramente che si notano meno arrossamenti e peli sottopelle rispetto ad altri metodi.

La ceretta fai da te Sokkar

Una ceretta con proprietà emollienti e che sicuramente non vi darà nessun problema di dolori e relative irritazioni post depilazione.

E’ necessario mettere in un pentolino 2 tazzine di zucchero, mezza di acqua, 1 limone spremuto e un cucchiaino di sale.

Portare a cottura e cuocere per 30 minuti circa.

Per controllare che sia giusta la cottura è necessario prendere un pizzico di composto e metterlo all’interno di un bicchiere d’acqua, se non si solidifica la cottura è ancora troppo indietro, se invece forma dei dischetti è corretta la cottura.

Attenzione però che in caso si formassero delle palline purtroppo il composto è stato cotto troppo e quindi si deve buttare via tutto.

Una volta che il composto è freddo si utilizza spalmandolo sulle zone da depilare per poi tirare come una normale striscia epilatrice.

L’unico neo di questo tipo di ceretta è che aderisce leggermente meno della classica a caldi e quindi si deve aspettare che i peli siano almeno fino a che non sono lunghi circa cinque millimetri.

Consigli pre e post ceretta fai da te

Per sentire meno dolore e far si che i risultati durino a lungo è bene seguire delle semplici regole, prima fra tutte quella di un buon scrub delle zone prima di estirpare i peli, questo serve per evitare di trovare ancora della peluria sottopelle dopo aver fatto la ceretta.

Anche lo scrub lo si può fare a casa con ingredienti naturali. in un barattolo si devono mescolare, 2 cucchiai di sale grosso, un cucchiaino di olio extravergine d’oliva e il succo di mezzo limone.

Con questo composto si devono massaggiare le zone da depilare, se si soffre particolarmente di ipersensibilità alla ceretta è possibile aggiungervi anche una dose di pomata alla lidocaina che è utile come anestetico cutaneo.

Dopo aver applicato e lasciato agire qualche minuto sempre massaggiando si deve procedere al risciacquo della zona per poi asciugare ed iniziare la fase di depilazione.

Anche dopo aver fatto la ceretta sarebbe opportuno idratare bene la zona, perché nonostante non ci sia il calore ed il problema di possibili irritazioni, per rallentare anche la ricrescita è molto importante questa operazione.

Finita la ceretta è importante fare una bella doccia calda per togliere tutti i possibili residui, per le due ricette che abbiamo dato non è necessario usare altro perchè sono tutti prodotti idrosolubili.

Asciugata bene la pelle possiamo utilizzare una crema idratante oppure del latte di mandorle per massaggiare con il nostro olio essenziale preferito, così avremo la pelle depilata e morbidissima.

Lascia un commento