Assicurazioni autocarri, valutiamo tutte le variabili assicurative

Cosa può far differire una normale assicurazione di auto o moto da un’assicurazione per autocarri? Nonostante i minori costi di gestione, dovuti probabilmente ad una sua diffusione minore rispetto alle più condivise soluzioni assicurative, le assicurazioni per autocarri prevedono dei parametri nuovi che incidono, gioco forza, sul costo finale della polizza. Ma quali sono i fattori che possono determinare costi elevati o meno per un autocarro da assicurare? Senza dubbio la capacità insita nel mezzo di poter trainare o poter trasportare ulteriori materiali o anche “masse”. E quindi tra i principali parametri da considerare per scegliere una conveniente assicurazione c’è da valutare la portata del nostro mezzo (espressa normalmente in quintali) che rappresenta, di fatto, la capacità massima di carico dell’autocarro.

Scopriamo insieme perchè conviene l’assicurazione a km

Ancora novità dal mondo delle assicurazioni: se ne sente davvero tanto parlare in giro, anche se, forse, ancora abituati a sistemi più tradizionali di coperture assicurative, non abbiamo ancora le giuste motivazioni. Cos’è, come funziona e a chi veramente conviene un contratto di assicurazione per km?

Partiamo col dire che l’assicurazione a km è una nuova soluzione di assicurazione offerta dalle diverse compagnie e che introduce la novità dei km effettivi percorsi come variabile di spesa. E’ proprio in base a questo dato che il costo dell’assicurazione verrà determinato, infatti, e sarà il richiedente ad indicare in quale fascia di costo può rientrare secondo una previsione di distanza percorsa. Parliamo di previsioni e pertanto in caso di superamento del limite imposto dalla fascia alla firma del contratto, la compagnia addebita un costo aggiuntivo che il contraente sarà obbligato a pagare successivamente.

(altro…)

Risparmiare benzina, alcuni consigli su come salvaguardare i tuoi consumi di carburante

Come poter risparmiare benzina è da sempre una delle questioni più “delicate” per gli automobilisti ed i motociclisti italiani. Del resto il prezzo del servito è ormai a livelli altissimi, e negli ultimi tempi il costo della benzina ha sfiorato e a volte varcato la soglia dei 2 euro per litro.

Risparmiare benzina è quindi una priorità, un obiettivo necessario per sperare di mantenere, a fine mese, ancora qualcosa nel portafogli. E non a caso, in rete, fioccano i consigli su come riuscirci, scegliendo solo stazioni di rifornimento con prezzi vantaggiosi e soprattutto, adottando uno stile di guida che permette di consumare meno carburante. Le accortezze più efficaci per risparmiare sul consumo di benzina riguardano innanzitutto l’uso dei freni, che ad esempio andrebbe limitato in discesa scalando a marce inferiori e usando il freno motore. Aumentare la marcia è invece un’azione necessaria per risparmiare sui tragitti medio lunghi in cui si può prendere velocità, evitando quindi di mandare il motore su di giri. Altri consigli riguardano i finestrini, che durante il viaggio vanno chiusi per diminuire la resistenza aerodinamica dell’automobile, e la manutenzione degli pneumatici, che vanno tenuti sempre alla giusta pressione, indicata dal libretto del veicolo.

(altro…)