Più valore alla contrattazione di secondo livello

contrattazione di secondo livelloLa contrattazione di secondo livello detta anche contrattazione decentrata o integrativa, è la contrattazione che integra il contratto collettivo nazionale di lavoro con ulteriori acquisizioni. Si distingue in contrattazione aziendale e territoriale.

Si darà maggiore forza alla contrattazione di secondo livello che disciplinerà tutti gli istituti contrattuali che hanno l’obiettivo di favorire la crescita della produttività. L’intesa, firmata a Palazzo Chigi tra imprese e sindacati, è composta da sette punti fondamentali più una premessa che prevede di rendere stabile la detassazione del salario di produttività per i redditi fino a 40000 euro con l’imposta al 10%. Gli argomenti contenuti nel documento riguardano, la riduzione del cuneo fiscale, la contrattazione collettiva e le relazioni industriali, il mercato del lavoro e la contrattazione per la produttività.

Tra i sindacati la CISL mette a disposizione dei propri quadri, operatori e delegati nuovi strumenti per un approccio consapevole e professionale alla contrattazione di secondo livello. Oltre ai programmi di formazione per creare specialisti della contrattazione di secondo livello, viene istituito e aperto alla consultazione da parte di tutta l’organizzazione anche l’Osservatorio nazionale sulla contrattazione di secondo livello della CISL, uno strumento articolato di inserimento e consultazione di accordi, una rete di conoscenza, di analisi, di ricerca e di comparazione di esperienze e di soluzioni contrattuali adottate nelle aziende e nel territorio.

Il prossimo 31 dicembre 2012 rappresenta la data entro la quale le parti firmatarie dell’accordo dovranno completare il quadro delle nuove regole per applicare i criteri giù utilizzati per il pubblico, ai privati per misurare il livello di rappresentanza di ciascun sindacato, considerando un mix tra consenso elettorale e numero di iscritti.

 

Mutui online: scopri cos’è il Mutui Connect

mutui onlineCon Mutui Connect si può dire addio alla trafila notaio-nuova banca-vecchia banca, perché tutto verrà realizzato online. Cambiare il proprio mutuo sarà più facile in quanto la piattaforma, nata da un Protocollo d’intesa siglato tra ABI (Associazione Bancaria Italiana) e il Consiglio Nazionale del Notariato,  ha realizzato la portabilità del mutuo nei tempi previsti dalla legge, rinunciando a tutti i possibili inconvenienti.

L’iniziativa nasce anche per rispondere al termine dei dieci giorni imposti dalle legge per le operazioni di trasferimento, che risultava molto limitato per il trasferimento fisico dei documenti. La procedura dei mutui online di Mutui Connect permetterà di perfezionare le operazioni di portabilità mettendo in collegamento banche, intermediari finanziari e notai. Tutti i documenti che vengono scambiati sono fatti in sicurezza e con piena validità giuridica. Inoltre il servizio non avrà costi aggiuntivi per il cittadino, ma al contrario lo aiuterà a risparmiare su un mutuo diventato troppo oneroso. A monitorare l’iniziativa è stato istituito un Organo collegiale che verificherà ogni passo del processo.

La regola della portabilità, introdotta dal decreto Bersani e inizialmente contestata dalla banche, si è invece rivelato utile per i mutuatari perché consente di cambiare il proprio mutuo con un altro, scegliendo tra condizioni migliori e aumentando la concorrenza tra gli istituti di credito a vantaggio degli utenti.

Tecnicamente il trasferimento del proprio mutuo presso un’altra banca viene definito mutuo surroga e di solito viene stipulato per accedere a migliori condizioni. Si accende un nuovo mutuo utilizzando l’ipoteca originaria di quello vecchio, con la possibilità di cambiare il tipo di tasso, sostituendo, ad esempio, il vecchio mutuo a tasso fisso con uno nuovo a tasso variabile; lo spread della banca e la durata.

Per informarsi su tutto ciò che riguarda le fasi di accensione, surroga e sostituzione di un prestito basta consultare le numerose pagine di fornitori di servizi di mutui online che trattano argomenti e questioni utili a chi ha in progetto di comprare o ristrutturare una casa, ma anche a chi ha la necessità di fare da garante fideiussore a un proprio familiare.

Due giorni nella Capitale, il Superstar tour di Q8 è al centro commerciale Porte di Roma

La pagina facebook del Superstar tour di Q8 ha raggiunto quota quindicimila fan. Gli appassionati della compagnia petrolifera italiana condividono le offerte, le promozioni, ma anche le fotografie e i commenti del Superstar tour. Attualmente è a Roma, e vi rimarrà per due giorni. Dopo aver stazionato in un’area di servizio della zona Bufalotta, a Roma nord, questa volta la location è il Centro Commerciale Porte di Roma.

Un’ape brandizzata Q8 accoglierà i vecchi e i nuovi clienti che grazie ai punti stella potranno fare rifornimento carburante oppure scegliere di utilizzarli per ricevere i regali messi in palio dall’azienda italiana. Il tour per la promozione della nuova card sta riscuotendo notevole successo e sono già tantissimi gli automobilisti curiosi che hanno l’hanno sottoscritta. La nuova carta Superstar Q8 permette di ricevere molteplici vantaggi e usufruire di offerte, sia sconti carburante che premi. La carta è gratuita anche per i vecchi clienti che possono sostituire la loro vecchia carta con la nuova e continuare a mantenere i vecchi punti. Per i nuovi clienti, invece, è previsto un bonus di 20 euro all’acquisto di carburante.

Per monitorare il lungo viaggio dell’apecar basta tenere sotto controllo la pagina facebook http://www.facebook.com/promoStarQ8. Il Superstar tour di Q8 toccherà le maggiori città italiane e potrebbe arrivare anche nella tua. Per saperlo basta consultare la lista delle aree di servizio che ospiteranno l’iniziativa. L’attività promozionale toccherà le città di  Avellino, Napoli, Taranto, Lecce e Bari. La tappa successiva è Caserta, in Campania. La pagina facebook, oltre a fornire un resoconto dettagliato del tour dà la possibilità di tenersi aggiornati sulle vicende del benzinaio più famoso del web, Pit.